Delicatesse: una storia di innovazioni dalla cottura della carne al packaging

Byron scriveva “Tutta la storia umana attesta che la felicità dell’uomo, peccatore affamato, da quando Eva mangiò il pomo, dipende molto dal pranzo”. Ovunque nel mondo – ma soprattutto in Italia, patria della buona cucina – il pasto è uno dei momenti più gioiosi all’interno di una faticosa e lunga giornata.

 

Vuoi un pranzo o una cena con i fiocchi? Scopri come abbinare i tuoi piatti di carne con vino e birra scaricando la nostra guida gratuita!

La scoperta della cottura

Il pasto non è stato solo simbolo di convivialità, ma è parte integrante della nostra cultura; persino le diverse religioni hanno dei precetti che parlano del consumo di alcuni cibi: basti pensare alla celebre vacca sacra in India, ad esempio. Insomma, la storia dell’umanità è stata segnata dal cibo, tanto che le prime ere sono state classificate a seconda dei metodi di cottura.

Il metodo Delicatesse

Dalla scoperta del fuoco e dei diversi tipi di cottura – come l’arrosto e il bollito – di tempo ne è passato, ma quando si parla di carne la cucina torna attuale. In particolare, la cottura della carne è un procedimento spesso e volentieri lungo e difficoltoso che richiede molte ore e altrettanta attenzione.

Per facilitare e velocizzare questo processo, sono nate le carni precotte. Uno dei pionieri in Italia di questa nuova pratica è stato Delicatesse. Nata come Società Mercantile Italiana Tacchini (S.M.I.T.) – e ribattezzata con il suo nome attuale da Tiberio Bianchi, quest’azienda opera nel settore delle carni da più di 50 anni.

Grazie ad un’intuizione dell’amministratore unico dell’azienda, Delicatesse ha introdotto prodotti a cottura rapida dando la possibilità anche ai consumatori più frettolosi di consumare cibi di qualità in tempi decisamente ridotti. Questo è un unicum nel panorama italiano considerando che l’attenzione si concentra soprattutto sulla produzione di insaccati, mentre la carne è sempre stata lasciata un po’ da parte.

Il packaging rivoluzionario

Dopo aver utilizzato per anni metodi classici come la cottura al forno o al vapore, recentemente Delicatesse si è dedicata ad un tipo di cottura della carne lenta e a bassa temperatura: la cottura sottovuoto. Una vera rivoluzione che necessitava di essere accompagnata da un packaging accattivante: un sacchetto in carta con un’etichetta grafica che non si dimentica. Così Delicatesse ha deciso di presentarsi al pubblico.  

Come si prepara un prodotto Delicatesse? Ci sono tre possibili alternative: la prima è al microonde, la seconda è in padella e la terza è in acqua. Nel primo caso occorre estrarre il prodotto dalla confezione, bucare l’involucro interno – non fare come ad art attack, le forbici a punta arrotondata non ti aiuteranno ad aprire la confezione! Prova ad usare un oggetto più appuntito – e mettere il vostro piatto nel microonde.

Se preferisci la cottura in padella, non temere: anche in questo caso è un gioco da ragazzi! Basta estrarre la busta sottovuoto dal sacchetto in carta, rimuovere l’involucro trasparente e scaldare la carne in padella a fuoco basso girandola più volte.

Altrimenti, è possibile immergere la confezione sottovuoto (ancora sigillata) in acqua e far bollire il prodotto per 10 minuti. Al termine della cottura, ricorda di proteggerti dagli schizzi: potresti, per esempio, tagliare la confezione in un contenitore dal bordo alto.

Una realtà in evoluzione

L’innovazione è il primo ingrediente del successo di Delicatesse: grazie alla sua particolare attenzione nei confronti dei gusti dei consumatori e del mercato, sviluppa e aggiorna costantemente i propri processi produttivi migliorando la qualità dei macchinari utilizzati e, di conseguenza, del prodotto finale.

In più, Delicatesse presta una particolare attenzione a tutti i protocolli di sicurezza e igiene tanto che dal 1994 segue il metodo HACCP – uno standard introdotto come obbligatorio per tutte le aziende solo dal 1997 con il D. Lgs. n. 155 – dimostrando, ancora una volta, di avere uno sguardo che va al di là del presente.

 

Scarica_la_guida